Rassegna Stampa Assemblea di Bilancio 2021

Rassegna Stampa Assemblea di Bilancio 2021

Rassegna Stampa Assemblea di Bilancio 2021 2560 1920 Adrilog

Continuano ad essere in crescita i numeri della cooperativa Adrilog. Nell’assemblea di bilancio 2021 il cda ha presentato dati e numeri che fotografano una realtà solida e con interessanti prospettive per il futuro. Il bilancio, presentato in una serie di pre-assemblee negli appalti Adrilog dislocati sul territorio nazionale e poi votato in via definitiva nell’incontro di sabato 10 luglio nella sede direzionale di San Salvo, vede un fatturato per il 2020 di 57,3 milioni di euro, con un utile di 223mila euro e ben 300mila euro di ristorni ai soci Adrilog. Di rilievo anche il numero degli occupati. Oggi Adrilog ha 965 dipendenti, di questi 825 sono soci. Il numero dei lavoratori, in modo particolare nel periodo estivo, è destinato ad aumentare superando quota 1000. Nell’anno appena trascorso Adrilog ha movimentato 179,5 milioni di colli e gestito 224.400 metriquadri di magazzini in tutta Italia. Come operatore logistico integrato ad valore aggiunto, Adrilog ha rafforzato le sue basi per lo sviluppo in tutta Italia con la nuova sede centro-nord in Emilia Romagna. Un passaggio cruciale nella continuità di sviluppo della cooperativa abruzzese nel campo della logistica integrata ad alto valore aggiunto, connotata cioè di un approccio tecnico ingegneristico deputato a creare efficienze organizzative ed economiche, oltre che da un approccio informaticamente evoluto che ne garantisce la qualità e la sicurezza. La crescita della cooperativa passa anche attraverso la crescita delle sue professionalità.

In questo la Adrilog Academy è divenuta un punto di eccellenza della cooperativa. Sono già entrati a pieno regime i corsi destinati all’accrescimento del bagaglio di competenze del personale interno, con corsi che realizzano un processo di apprendimento circolare in cui, la crescita della singola persona diventa valore anche per l’organizzazione, contribuendo ad aumentare performance e sostenibilità. L’Academy ha anche il suo sguardo rivolto al territorio, con corsi di formazione aperti agli esterni, così da permettere a giovani volenterosi di iniziare un percorso di ampia prospettiva che punta a qualificare e ad un inserimento immediato nei contesti lavorativi. In questo modo la cooperativa restituisce valore al territorio di appartenenza. In questa direzione va anche la nuova collaborazione con l’ITS di Campobasso che, a partire da settembre, vedrà i professionisti di Adrilog impegnati come formatori nei corsi di logistica che si terranno nella sede di Termoli. A oggi sono diverse le posizioni aperte in Adrilog, con possibilità lavorative nelle sedi della cooperativa in tutta Italia. Lo sguardo è su risorse che abbiano voglia di mettersi in gioco e abbracciare la filosofia Adrilog, fondata sul Manifesto della Cultura in cui emerge la centralità delle persone, il vedere il cliente come partner, la continua evoluzione delle professionalità e il costante sguardo al futuro. Ed è proprio alle strade da seguire nei prossimi mesi che si è guardato dopo l’approvazione del bilancio 2020. Nell’affrontare una nuova fase con rinnovato slancio, il cda sta mettendo in campo tutte le azioni necessarie per proseguire nel percorso di crescita. Si procede nel processo di organizzazione aziendale, con una struttura sempre più moderna e in grado di affrontare le sfide della logistica 4.0. Saranno incrementati anche i servizi offerti, per arrivare ad esaudire la visione aziendale del servizio logistico completo. Tutto questo sempre mantenendo alta l’attenzione verso i soci, con l’obiettivo di preservare il valore delle loro quote.

«Crescita sana e sostenibile è il mantra che ispira la strategia di questo Cda di cui come Presidente ne sono garante. Adrilog è una vera cooperativa, i soci contribuiscono con una vera quota sociale partecipando così al rischio di impresa. Dal 2014 ad oggi Adrilog ha ristornato 1.030.000€, questo significa che il socio che ha completato il versamento della propria quota l’ha vista ad oggi rivalutata del 50%. La nostra è una gestione responsabile ed oculata, a garanzia della fiducia che ripongono in noi i soci, i clienti e il mercato tutto. Auspichiamo che la nostra credibilità, la nostra reputazione, funga da propulsore a chi continuerà ad investire in noi», ha dichiarato il presidente del cda Luca Mazzali.